Miniere nel Blu: Da Pranu Sartu a Cala Domestica

Luogo Piazza dei Caduti, Buggerru (SU)

Richiedi Info

Miniere nel Blu: Da Pranu Sartu a Cala Domestica

«È la più bella scogliera del Mediterraneo». È ciò che disse l’esploratore francese Jacques Cousteau della Costa delle Miniere, lo spettacolare litorale a picco sul mare che va da Buggerru a Masua.

Si tratta di una delle più antiche terre emerse con il doppio degli anni dei dinosauri. Le rarissime specie di roccia fanno impazzire i geologi, mentre gli hikers se la godono con fantastiche vedute sulla costa a strapiombo che fanno da cornice a un sentiero che attraversa i più importanti approdi minerari della Sardegna.

Si parte da Pranu Sartu, uno scavo a cielo aperto dove sorge l’omonimo villaggio fantasma abitato un tempo dai minatori della vicina Galleria Henry. Quello che oggi è il percorso di un trekking straordinario, nel 1904 fu teatro del primo sciopero della storia industriale italiana. La seconda tappa è la splendida Cala Domestica, una delle spiagge più belle e selvagge del Sud Sardegna. Un’antica Torre Spagnola domina questo fiordo abbracciato dalla macchia mediterranea e da una lingua di sabbia bianca dove sono ancora visibili i ruderi dei depositi e le gallerie scavate dai minatori. L’ultimo approdo è quello del Canal Grande di Nebida, una spettacolare valle lunga e stretta che si insinua fino al mare.

39.398077544628 8.4002526221229